modifica

"Burro" di soia: controindicazioni ed effetti collaterali

in Burro di Soia: tutto ciò che c'è da sapere!
Alla realizzazione degli articoli in questa sezione del wiki hanno partecipato...

Gli esperti di Wikonsumer ti mostrano le controindicazioni della margarina di soia

Le controindicazioni e gli effetti collaterali della margarina di soia sul web spesso sono frammentate e contraddittorie. Quando è sconsigliato assumere margarina di soia? Causa problemi alla tiroide? La soia fa male?

All'interno di questa pagina andremo a rispondere a questi e a molti altri quesiti, grazie alle analisi e agli studi approfonditi - e sempre verificati - degli esperti di Wikonsumer. Tutte le domande su controindicazioni ed effetti collaterali che ti sei sempre posto, oggi avranno finalmente risposta!

La margarina di soia è molto utilizzata come alternativa al burro vaccino, può contenere delle sostanze naturalmente presenti nella soia, che influenzano l’assorbimento di preziosi nutrienti.

Per informarti su questa e sulle altre controindicazioni della margarina di soia, ti invitiamo a leggere e scoprire i contenuti di questa pagina, creata dal team di esperti di Wikonsumer.

Classifica marchi e prodotti - Miglior Burro Vegetale

Senza grassi idrogenati, biologico, Senza olio di palma, Senza soia, Con meno grassi saturi
#1
Burrella
Fattoria della mandorla
#2
Vallé soia
Vallé
#3
Vallé Naturalmente
Vallé
SCOPRI I PRODOTTI MIGLIORI SECONDO ESPERTI E CONSUMATORI
modifica

1. Soia e Tumore

La comunità scientifica giorno per giorno cerca di dare una risposta chiara sul ruolo degli isoflavoni contenuti nella soia nella eliminazione o nella comparsa dei tumori. Consigliamo di consumare prodotti contenenti soia con prudenza e di chiedere, nel caso di patologie già conclamate, consiglio al proprio medico curante. In particolar modo l'assunzione di soia è sconsigliabile per chi già ha un tumore o per chi l'ha avuto.

Soia e tumore al seno

La soia è il legume più ricco di proteine (oltre il 40%) e presenta un alto contenuto di isoflavoni, i fitoestrogeni, un gruppo di sostanze di derivazione vegetale, strutturalmente e funzionalmente simili all’estradiolo (ormone sessuale femminile), estrogeno prodotto dalle ovaie.

Evidenze a favore

Numerosi studi scientifici hanno mostrato come la soia possa giocare un ruolo fondamentale nella prevenzione del tumore. Due studi, ad esempio, hanno riportato il ruolo protettivo del consumo di soia durante l’adolescenza nei confronti del rischio di cancro in post menopausa.1 2

E' stato evidenziato come una dieta ricca di alimenti a base di soia e derivati decresca i livelli di estradiolo nel sangue. Questo è importante perchè in alcuni tumori, (come appunto il cancro al seno), le cellule cancerose rispondono alla quantità di ormoni circolanti.3

Molti studi epidemiologici hanno da sempre riportato la bassa incidenza del tumore al seno in tutti quei paesi con un alto consumo di soia (soprattutto i paesi Asiatici, Cina, Giappone, rispetto ai paesi occidentali).4

L’assunzione di isoflavoni di soia potrebbe ridurre il rischio di cancro al seno per le donne in pre- e post-menopausa nei paesi asiatici. Tuttavia, per le donne nei paesi occidentali, pre- o post-menopausa, non ci sono prove che suggeriscono un'associazione tra l'assunzione di isoflavoni di soia e il cancro al seno.5

Nonostante il gran numero di studi non è emerso un consenso chiaro circa l'azione dei fitoestrogeni nei confronti del cancro al seno.

Molti studi infatti affermano che i fitoestrogeni non abbiano una azione preventiva nei confronti del cancro al seno 101112.

Motivi per adottare prudenza

Altri studi, invece, dimostrano come gli isoflavoni della soia possano aumentare la proliferazione delle cellule tumorali. Questo non significa necessariamente che favoriscano la comparsa del tumore, ma che un tumore in essere potrebbe progredire e diffondersi più rapidamente. 6 Pertanto l'assunzione di soia è sconsigliabile per chi ha il tumore o per chi l'ha avuto.

La soia potrebbe aumentare la proliferazione delle cellule del seno nelle donne in pre-menopausa 13.

Alcuni studi infine supportano l'opinione che l'esposizione per un lungo periodo agli estrogeni (ai quali i fitoestrogeni contenuti nella soia sono simili) ha una significativa influenza sul rischio di sviluppare un cancro al seno 14.

Soia e cancro al colon

Nessuno studio ha affermato che il consumo di "burro" di soia fa male e che lo associa al rischio di cancro del colon-retto.

Tuttavia il consumo di soia è stato associato ad una riduzione di circa il 21% del rischio di sviluppare il cancro del colon-retto nelle donne, ma tale effetto non è stato osservato negli uomini. 7

Inoltre è stato osservato come le saponine, sostanze presenti nella soia, potrebbero essere efficaci nel prevenire il cancro al colon alterando le cellule e gli enzimi implicati nella loro crescita.8

Le membrane cellulari tumorali contengono più colesterolo, delle membrane cellulari normali, e le saponine potrebbero legarsi più facilmente a loro, innescando così la loro distruzione.

Soia e cancro alla prostata

Uno studio asiatico ha rilevato una correlazione tra gli isoflavoni e la proliferazione di cancro alla prostata pre-esistente.9

Soia nella margarina

Alcuni burri vegetali e margarine contengono soia, vi consigliamo di consumare un'alternativa più "sicura", come il burro di mandorle, più correttamente definito come margarina di mandorle.

Per evitare le controindicazioni della soia potresti usare prodotti che ne sono privi. Utilizza le nostre classifiche per scoprire ad esempio le migliori bevande alla mandorla o i migliori burri vegetali senza soia.

Bibliografia - Mostra le fonti attendibili di questo articolo »

  1. Shu XO, Jin F, Dai Q et al. (2001) “Soyfood Intake during Adolescence and Subsequent Risk of Breast Cancer among Chinese Women.” Cancer Epidemiol Biomarkers 

  2. Wu AH et al. (2002) “Adult and adolescence soy intake and risk of breast cancer in Asian-Americans” Carcinogenesis. 

  3. Lu LJ et al. (2000). “Decreased ovarian hormones during a soya diet: implications for breast cancer prevention.” Cancer Res.  

  4. Nagata C et al. (1997). “Decreased serum estrogen concentration associated with high dietary intake of soy products in premenopausal Japanese women.” Nutr Cancer. 

  5. Meinan Chen et al. (2014). “Association between Soy Isoflavone Intake and Breast Cancer Risk for Pre- and Post-Menopausal Women: A Meta-Analysis of Epidemiological Studies”. Plos one 

  6. Van Duursen MB et al. (2011) “Genistein induces breast cancer-associated aromatase and stimulates estrogen-dependent tumor cell growth in in vitro breast cancer model.” Toxicology 

  7. Lin Yan et al. (2010). “Soy Consumption and Colorectal Cancer Risk in Humans: A Meta-Analysis” Cancer Epidemiol Biomarkers Prev. 

  8. Cheng-Yu Tsai et al. (2010). “Effect of soy saponin on the growth of human colon cancer cells”. World J Gastroenterol 

  9. Hideyuki Akaza et al.(2002) "Is Daidzein Non-metabolizer a High Risk for Prostate Cancer?" Jpn J Clin Oncol 2002;32(8)296–300 A Case-controlled Study of Serum Soybean Isoflavone Concentration 

  10. Tonkelaar den I, Keinan-Boker L, Veer van't P, Arts CJM, Adlercreutz H, Thijssen JHH, Peeters PHM. Urinary phytoestrogens and postmenopausal breast cancer risk. Cancer Epidemiol Biomarkers Prev 2001; 10:223-228. 

  11. Shannon J, Ray R, Wu C, Nelson Z, Gao DL, Li W, Hu W, Lampe J, Horner N, Satia J, Patterson R, Fitzgibbons D, Porter P, Thomas D. Food and botanical groupings and risk of breast cancer: a case-control study in Shanghai, China. CancerEpidemiol Biomarkers Prev 2005; 14:81-90.  

  12. Travis RC, Allen NE, Appleby PN, Spencer EA, Roddam AW, Key TJ. A prospective study of vegetarianism and isoflavone intake in relation to breast cancer risk in British women. Int J Cancer 2008; 122:705-710.  

  13. McMichael-Phillips DF, Harding C, Morton M, Roberts SA, Howell A, Potten CS, Bundred NJ. Effects of soy-protein supplementation on epithelial proliferation in the histologically normal human breast. Am J Clin Nutr 1998; 62(Suppl 6):1431-1435.  

  14. Clemons M, Goss P. Estrogen and the risk of breast cancer. N Engl J Med 2001; 344:276-285. 


modifica

2. Tiroide e isoflavoni di soia: controindicazioni

La margarina di soia è un’ottima alternativa al burro vaccino e può essere consumata da chiunque a patto che il soggetto non abbia problemi alla tiroide.

La soia, e quindi la margarina che ne deriva, infatti contengono delle sostanze note come isoflavoni che interferiscono con la normale funzionalità tiroidea.

Margarina di soia e tiroide

Gli isoflavoni contenuti nella soia sono dei fitoestrogeni, sostanze di origine vegetale simili agli estrogeni (ormoni sessuali femminili).

Queste sostanze intervengono in molteplici equilibri ormonali, compreso quello degli ormoni tiroidei, causando una diminuzione della loro sintesi.1

Il "burro" di soia fa male?

Per tutti coloro che seguono una alimentazione varia, e non hanno problematiche a carico della tiroide, non esiste alcuna controindicazione, in questi soggetti infatti la margarina di soia non fa male.

Diverso è il discorso invece per chi soffre di problematiche tiroidee come ad esempio l’ipotiroidismo (carenza di ormoni tiroidei) e l’ipertiroidismo (produzione eccessiva di ormoni da parte della tiroide) e per chi assume farmaci per la tiroide.2

In particolare coloro che assumono farmaci per l’ipotiroidismo, devono porre la massima attenzione in quanto la soia può interferire con l'assorbimento di questi medicinali e renderli di conseguenza meno efficaci.3

Fonti

Bibliografia - Mostra le fonti attendibili di questo articolo »

  1. Crawford BA et al. (2010). "Iodine toxicity from soy milk and seaweed ingestion is associated with serious thyroid dysfunction". Med J Aust 

  2. Norman A. Mazer (2004). “Interaction of Estrogen Therapy and Thyroid Hormone Replacement in Postmenopausal Women” Thyroid. 

  3. Sathyapalan et al. (2011)”The effect of soy phytoestrogen supplementation on thyroid status and cardiovascular risk markers in patients with subclinical hypothyroidism: a randomized, double-blind, crossover study” J Clin Endocrinol Metab.1 


modifica

3. Contiene degli antinutrienti

La margarina di soia contiene degli antinutrienti, ovvero sostanze che intervengono negativamente nell’assorbimento dei nutrienti.

Margarina di soia fa male?

La margarina è molto utilizzata come alternativa al burro classico, ma non tutti sanno che può contenere delle sostanze, naturalmente presenti nella soia, che possono influenzare la nostra digestione e quindi di conseguenza l’assorbimento di preziosi nutrienti a livello intestinale. Questi antinutrienti sono:

Acido fitico

L’acido fitico lega diversi minerali come il calcio, il ferro e il magnesio impedendo in tale modo il loro assorbimento a livello intestinale formando i fitati.

La fermentazione o la germinazione della soia può ridurne la loro presenza,1 ma normalmente questi trattamenti non vengono effettuati sulla soia da cui verrà estratto l'olio da impiegare per la produzione della margarina.

Inibitori della tripsina

Gli inibitori della tripsina sono molecole che inibiscono l’attività dell'enzima pancreatico che permette di digerire le proteine. Il processo di produzione della margarina, però, richiede una applicazione di calore non indifferente: seppur non esiste uno studio che lo dimostri, tali inibitori vengono denaturati alle temperature applicate.

Saponine

Sono sostanze prodotte e utilizzate dalle piante come sistemi difensivi contro organismi patogeni.

Possono essere tossiche se ingerite in grande quantità.

Recenti studi clinici, però, hanno suggerito che le saponine influenzano positivamente il sistema immunitario aiutando a proteggere il corpo umano da i tumori, e mantenendo i livelli di colesterolo più bassi.2

Fonti

Bibliografia - Mostra le fonti attendibili di questo articolo »

  1. Food Quality Improvement of Soy Milk Made from Short-Time Germinated Soybeans. Susu Jiang, Weixi Cai and Baojun Xu. 

  2. John Shi et al."Saponins from Edible Legumes: Chemistry, Processing, and Health Benefits." Journal of Medicinal Food. 


Attenzione: questo non è un Blog!

Wikonsumer.org è il tripadvisor dei prodotti alimentari.

Alla base di Wikonsumer c'è una community di esperti indipendenti e di consumatori che realizzano le guide agli alimenti e valutano i prodotti, per trovare quelli più buoni, di qualità e salutari!

Tu puoi vedere le valutazioni e votare i prodotti a cui sei interessato, partecipare agli assaggi, scegliere quali trovare in un punto vendita della tua zona, dove arrivano direttamente dal produttore.

Scopri le guide e le iniziative di wikonsumer.org, iscriviti (max 1 mail a settimana)!
La rivoluzione del consumo è iniziata.

Chiedi agli esperti...
0 discussioni attive
Nuovo Commento