Lunedì 12 Dicembre 2016 17:07
in #Società

Pandoro o Panettone?

Tre due uno…ah no manca qualche giorno in più, ma il conto alla rovescia per la festa più attesa dell’anno è già iniziato!

Tutti in fibrillazione per le due settimane più movimentate dell‘ inverno!

Chi organizza viaggi, chi si prepara per la settimana bianca, chi corre in giro per negozi per ultimare i regali (manca poco meno di un mese e tutti sono già in ansia perché non sanno che regalare o non hanno completato gli ultimi pensieri) e poi dulcis in fundo il menù di Natale. Voi scherzate?

Ma tutte le mamme o nonne del pianeta si riuniscono in assoluta segretezza, anzitempo, per decidere ogni singolo pasto di quei tre giorni.

Si signori, dalla colazione allo spuntino di mezzanotte, è tutto calcolato e previsto per la più lunga ed ardua maratona del cibo! Le cucine di ogni casa diventano spazi off-limits per i non addetti ai lavori e sui mobili dei nostri salotti o sotto gli alberi di Natale, parte già da un mese prima l’esposizione dei dolci tipici natalizi, quasi fossimo ad una fiera gastronomica.

Ecco che solo dinanzi a questa visione, s’ingrassa già di cinque chili senza neanche toccar cibo. In questo buffet di dolci, sapete chi sono i protagonisti principali?

Il Panettone ed il Pandoro sovrastano su tutti, causa dimensioni, ma anche perché simbolo e tradizione, ormai, da secoli.

Si contendono il primato, ma arrivati a questo punto, non ci sono vinti o vincitori ed il podio se lo dividono a metà.

Naturalmente la scelta verte più sul gusto che sulla quantità di calorie.

Sono pressoché uguali, solo nel pandoro riscontriamo una piccola percentuale più elevata di “materia grassa butirrica”, stabilita dalla legge. Esiste un decreto legge che tutela e garantisce la qualità dei prodotti ed i metodi di lavorazione e produzione dei suddetti dolci da forno e così dal 2006 abbiamo, nelle nostre case, pandori e panettoni a titolo di legge.

Nell’ indubbia scelta fra uvette e canditi e cascate di zucchero a velo su pan morbido, una fetta per ciascun tipo, non ce la leva nessuno.

Forse meglio abbondare a colazione e deficere la sera.

Meglio scegliere una versione classica che quella farcita.

Meglio leggere bene l’etichetta che ci assicura la qualità del prodotto.

Infine sempre meglio non abbuffarsi perché tanto rimarranno nelle nostre case in quantità industriali sino all’arrivo della “colomba pasquale”.

Bene vado a fare un po’ di attività fisica così smaltisco il vecchio grasso in eccesso per rimpiazzarlo con quello che mi aspetta fra un mese.

E voi venite con me? Fatemi sapere cos’avete scelto.

Marica Larizza


Attenzione: questo non è un Blog!

Wikonsumer.org è il tripadvisor dei prodotti alimentari.

Alla base di Wikonsumer c'è una community di esperti indipendenti e di consumatori che realizzano le guide agli alimenti e valutano i prodotti, per trovare quelli più buoni, di qualità e salutari!

Tu puoi vedere le valutazioni e votare i prodotti a cui sei interessato, partecipare agli assaggi, scegliere quali trovare in un punto vendita della tua zona, dove arrivano direttamente dal produttore.

Scopri le guide e le iniziative di wikonsumer.org, iscriviti (max 1 mail a settimana)!
La rivoluzione del consumo è iniziata.

Articoli suggeriti
Commenti
0 discussioni attive
Nuovo Commento