modifica
Alla realizzazione degli articoli in questa sezione del wiki hanno partecipato...
Articolo WikiVerificato dagli EspertiFonti attendibili
in #Salute / Leggere le etichette

Prodotti senza lattosio. Cosa sono? Perchè comprarli?

Tanti prodotti in etichetta riportano la dicitura "senza lattosio", perchè privi di tale molecola (o meglio, la contengono in piccolissime concentrazione). Acquistare questi prodotti è consigliato in caso di intolleranza al lattosio. Eliminare volontariamente il lattosio dalla dieta, senza alcuna necessità ma spinti solo da false informazioni, invece, è una scelta inopportuna e sconsigliata.

Come riconosco un prodotto senza lattosio?

Secondo il regolamento europeo esistono due possibili indicazioni che gli alimenti possono riportare in etichetta:

  • "senza lattosio", se il tenore di lattosio è inferiore allo 0,1 g per 100 g o 100 ml;
  • "a ridotto contenuto di lattosio", se il lattosio è inferiore a 0,5 g per 100 g o 100 ml.

Per i prodotti delattosati “senza lattosio” o a ridotto tenore di lattosio”, va inoltre riportata in etichetta anche una indicazione del tipo “il prodotto contiene glucosio e galattosio in conseguenza della scissione del lattosio” 1.

Ad oggi non esiste una lista ufficiale di prodotti senza lattosio, pertanto è necessario controllare sempre l'elenco degli ingredienti, per accertarsi che non ci siano possibili fonti di lattosio nei prodotti alimentari acquistati.

Quali sono gli alimenti che contengono lattosio?

Se sono intollerante al lattosio cosa posso mangiare? Quali cibi contengono il lattosio? Sono le domande che spesso si pongono coloro che soffrono di intolleranza al lattosio. In natura, il lattosio è presente solo nel latte (circa 5g/100ml) [^Fonte 9] e nei suoi derivati, ma nell'industria alimentare è molto utilizzato come ingrediente o come additivo.

Alimenti che contengono lattosio come additivo sono 2:

  • carni lavorate
  • pane, prodotti da forno e cereali
  • caffè solubile e bevande pronte
  • piatti pronti
  • condimenti per insalata
  • margarina
  • caramelle e snack

Quali sono gli alimenti senza lattosio?

Negli ultimi anni, molte aziende alimentari hanno commercializzato numerosi cibi senza lattosio, utilizzando:

  • latti vegetali, di cui puoi consultare le nostre classifiche su latte di soia o latte di mandorla
  • latte delattosato: latte in cui il contenuto di lattosio è molto basso (0,01%).

L'utilizzo del latte delattosato ha permesso la commercializzazione di formaggi senza lattosio con proprietà sensoriali indistinguibili (stessa consistenza, colore, odore e sapore) da quelli dei prodotti tradizionali comparabili 3.

Esistono pertanto molti alimenti che derivano dal latte ma che sono privi di lattosio , come ad esempio:

  • burro senza lattosio
  • mozzarella senza lattosio
  • yogurt senza lattosio
  • mascarpone senza lattosio
  • panna senza lattosio
  • gelato senza lattosio

Oltre a questi, ci sono poi i formaggi stagionati, che non contengono lattosio poiché è totalmente usato dai microrganismi durante la fase di stagionatura.

Perchè è sconsigliata una dieta senza lattosio?

Seguire una dieta priva di lattosio può causare un minore assorbimento di calcio. I soggetti intolleranti devono necessariamente introdurre alimenti ricchi di calcio senza lattosio, per evitare che ci sia una carenza di questo importante minerale 4. Ne consegue che per un soggetto sano, esporsi a tale rischio sia controproducente visto che il lattosio, seppur uno zucchero, non è responsabile di aumenti di peso. Le concentrazioni all'interno degli alimenti sono irrisorie, seppur sufficienti a causare i sintomi sopra riportati nei soggetti intolleranti)

Bibliografia - Mostra le fonti attendibili di questo articolo »

  1. http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=4465&area=Alimenti%20particolari%20e%20integratori&menu=dietetici 

  2. Melvin B. Heyman "Lactose Intolerance in Infants, Children, and Adolescents." Pediatrics 118 (2006): 3. 

  3. Harrison M, Kilby A, Walker-Smith JA, France NE, Wood CB. "Cows' milk protein intolerance: a possible association with gastroenteritis, lactose intolerance, and IgA deficiency." British Medical Journal 1 (1976): 1501-1504. 

  4. M. C. E. Lomer, G. C. Parkes, J. D. Sanderson. "Review article: lactose intolerance in clinical practice – myths and realities." Alimentary Pharmacology and Therapeutics 27(2) (2008): 93-103 



Impara i segreti degli esperti per acquisti consapevoli
Articoli suggeriti
Commenti
0 discussioni attive
Nuovo Commento